Bilancia pesapersone: come scoprire se il peso segnato è quello giusto

Quante volte, davanti a una lancetta che segna un peso che non è quello indesiderato, vi siete chiesti: ma avrò usato bene la bilancia pesapersone? Con ogni probabilità, la risposta è e la colpa per quei chili in più è da cercare in troppi “sgarri” alla dieta. Visto che si tratta però di un oggetto di uso così comune e che potrebbe rivelarsi un grande alleato della propria forma fisica, vale la pena chiarire come andrebbe utilizzata al meglio una bilancia per ricavare il proprio peso corporeo.

Bilancia pesapersone: quanti modelli diversi e come utilizzarli

La prima distinzione da fare è, in questo senso, tra una bilancia meccanica e una bilancia digitale. Le prime, le più tradizionali sono le classiche bilance pesapersone con le lancette, che si trovano nei bagni di tutti. Il meccanismo di funzionamento è piuttosto semplice: all’aumentare del peso sul piatto della bilancia, la lancetta si sposta verso destra fino a segnare il peso definitivo. Per pesarsi con una bilancia pesapersone meccanica, allora, basta accertarsi, prima di salirci sopra, che la lancetta segni lo zero: in caso contrario, il peso segnato potrebbe non essere quello effettivo. Un’avvertenza importante, comunque, quando si ha a che fare con bilance di questo tipo è considerare errori visivi (di parallasse, in gergo tecnico) che potrebbero essere la causa di scorrette interpretazioni del peso segnato: certo, la differenza in questo caso potrebbe essere di appena qualche etto, ma ogni grammo è importante per chi è a dieta! Allo stesso modo, sarebbe una buona prassi pesarsi sempre allo stesso orario del giorno e farlo con il minor numero di indumenti addosso, in modo che il peso segnato si avvicini quanto più possibile al peso effettivo.

Diverso è, invece, quando si utilizza una bilancia pesapersone digitale: in quel caso non ci sono lancette da poter regolare, ma avviene tutto elettronicamente e il proprio peso, com’è facile intuire, sarà quello segnato quando si sale sul piatto. Spesso si sente dire che le bilance digitali sono meno affidabili e meno precise di quelle meccaniche: non si tratta di una verità “assoluta”, tutto dipende dalla qualità dell’oggetto scelto e da quanto si presta attenzione nel momento di pesarsi. Per le bilance digitali più che mai è importante, in altre parole, che ci si pesi su una superficie piana e che si evitino movimenti mentre si è sul piatto. Il vero pregio di una bilancia pesapersone di questo tipo, comunque, è quello di permettere di impostare programmi personalizzati che segnalino a chi la utilizzi il peso forma ideale, il regime alimentare che si dovrebbe seguire, l’attività fisica da svolgere, eccetera. Le bilance digitali più moderne, infatti, possono registrare un numero diverso di profili personali di chi la utilizza (si pensi a tutti i diversi membri della famiglia), profili che contengano peso, altezza, dati anagrafici, attività fisica media compiuta e sulla base dei quali la bilancia fornisce consigli utili per la salute, fino a trasformarsi appunto in una vera e propria alleata della propria forma fisica.