Liposuzione: quali sono i prerequisiti e le tecniche operatorie

I prerequisiti

Peso stabile. Chi vuole sottoporsi alla procedura di liposuzione a Roma deve, come primissima cosa, avere un peso stabile. Non si tratta di un intervento per perdere peso ma solo per togliere lo strato adiposo che ah resistito alla dieta e all’esercizio fisico.

Pelle elastica. L’epidermide deve essere tonica, elastica e spessa altrimenti non si tende ma resta allentata senza assumere i nuovi contorni del corpo.

Età. Il fattore età non è determinante per sottoporsi o meno all’operazione di rimozione del grasso ma il naturale processo di invecchiamento della pelle potrebbe essere un ostacolo. Il modo in cui a pelle invecchia varia da persona a persona perciò darà il chirurgo estetico a fare le dovute valutazioni.

Le tecniche operatorie

Secca. La tecnica cosiddetta secca prevede che l chirurgo estetico introduca lea cannule aspiranti nelle piccole incisioni e rimuova il grasso solamente con il movimento della cannula che sgretola il tessuto adiposo.

Tumescente. Per la liposuzione a Roma tumescente, il chirurgo plastico inietta nella zona dei liquidi che hanno, tra le altre cose, il compito di agire con le cellule adipose, rompendole così che siano più facili da rimuovere. Questa soluzione si adotta per le zone più estese permette la rimozione di grandi quantità di grasso in eccesso.

Assistita. Quando si parla di tecnica assistita vuol dire che alle solite cannule aspiranti viene trasmessa una vibrazione che scioglie il grasso, compreso quello più denso e compatto. In questo caso, il vantaggio è che il dolore e il gonfiore sono minori così che il decorso post operatorio duri meno e si possa tornare al più presto alle normali attività quotidiane.

Laser. La liposuzione a Roma può anche avvenire con il laser. In questo caso, le cannule aspiranti hanno una luce laser che ha lo scopo di scioglie le particelle di grasso così che diventino più facili da aspirare. Le cannule sono più sottili e molto precise così da poter intervenire nelle zone meno estese e più delicate dal corpo, come il collo e il viso.